Talvolta non è facile distinguere se nella prestazione medica è prevalente la finalità di cura o la finalità peritale…

Talvolta non è facile distinguere se nella prestazione medica è prevalente la finalità di cura o la finalità peritale…

E’ vero, tant’è che la stessa Agenzia delle Entrate ha previsto una possibile soluzione: nei casi in cui la prestazione del medico sia contemporaneamente finalizzata alla cura della persona, ma abbia anche risvolti assicurativi o peritali, è possibile evitare l’applicazione dell’IVA se il medico riporta in fattura la dizione: “Riscontrata prevalente finalità di tutela della salute”. Se viceversa la finalità prevalente della prestazione è di tipo assicurativo o peritale, non c’è bisogno di scrivere nulla in fattura, però allora deve essere applicata l’IVA.

Potrebbero interessarti anche...

Comment on this FAQ

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *